Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 

home » atlante » cerca comuni » comune

 

La città

Da vedere

Scheda

In città

Ricezione

Ristori

Botteghe e Negozi

Aziende

.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

Isola Capo Rizzuto (KR )

Le sue origini sono ancora incerte; non se ne conosce la data della fondazione, ma numerosi ritrovamenti ne testimoniano l'esistenza fin dal Neolitico, 4.000 AC. La città fu fondata vicino al mare dai Japigi, un popolo proveniente dall'Africa del nord, e dai quali gli odierni Capo Rizzuto, Capo Cimini e le Castella erano conosciuti come Promontorium Japigium. I Japigi furono poi scacciati dai Coni, originari dell'Epiro.

La storia locale s'intreccia continuamente con la leggenda: la più antica vuole che a fondare la città sia stata Astiochena, sorella di Priamo, scampata alla distruzione di Troia ed approdata in questi luoghi insieme al padre ed altre due sorelle; un'altra riconosce in un'isoletta antistante la omerica Ogigia, sede di Calipso, la ninfa che ospitò Ulisse. Con la colonizzazione greca ebbe origine il fortunato periodo della Magna Grecia, che vide gli antichi abitanti di Isola subordinati alle vicende della più giovane città di Kroton.

Perplessità anche sulle origini del suo nome. Compare per la prima volta in alcuni documenti del 900 circa: nella lista delle sedi vescovili che dipendevano da Costantinopoli, la Mea tattica o Diatyposi, pubblicata da Leone VI il filosofo (886-911), è citata una ò ton Aésulon, sede vescovile. Qualcuno vuole derivare il nome dalla volgarizzazione del latino Asyla, luogo sicuro, dato alla nuova città quando gli abitanti si trasferiscono dalla costa all'interno per meglio difendersi dai pirati turchi. Altre possibili origini del nome: da Asylon, senza Dio, da Aisulon, criminale, o più prosaicamente da insule, costruzioni rurali romane isolate che servivano da case e da magazzini. La dipendenza di Isola con la storia del suo promontorio, che ne costituiva il centro commerciale per merito del porto, trasformò infine, nel 1863, il nome in Isola di Capo Rizzuto.

La storia della città continua con alterne fortune nel medioevo diventando importante centro di diffusione della religione cattolica nell'Italia del sud e sede vescovile, fino al 1818. In questo periodo si costruiscono molte chiese e monasteri, si realizzò al poderoso sistema difensivo formato da importanti costruzioni, quali il Castello dei Ricca e le mura di cinta del borgo vecchio, il Castello Aragonese di Le Castella, le numerose torri costiere d'avvistamento e di difesa.

Partecipò attivamente alle vicende storiche del Medioevo, subendo la perdita di molte vite umane e distruzioni a causa di Turchi e Saraceni, di Aragonesi e Spagnoli , che a lungo dominarono questi luoghi.

Aderì ai moti politici che portarono all'unità d'Italia, compresa la campagna garibaldina, ed infine fu bombardata varie volte durante la seconda guerra mondiale a causa del vicino aeroporto. Centro storicamente agricolo, oggi è avviato verso un notevole sviluppo turistico.

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico