Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
home » percorso storico » la strada della memoria

Baco da seta
Ceramica
Cestai
Ginestra
Pietra
 
 

Leggende| Il baco da seta | Il gelseto | Le fasi di sviluppo

La seta a Catanzaro

Il Baco da seta

La seta è costituita dalla bava solidificata che la larva di un lepidottero produce prima di iniziare la sua metamorfosi a crisalide e poi a insetto perfetto cioè farfalla. Questo insetto scientificamente è chiamato "bombix mori" (bombice del gelso) per il fatto che si nutre esclusivamente di foglie di gelso. Comunemente è chiamato baco da seta o filugello. E' un insetto originario dell'Asia centrale ma oggi, è allevato alle medie latitudini, un po' in tutti i continenti dove può crescere la pianta del gelso di cui la larva si ciba.

Alla fine della primavera le farfalle femmine che sono uscite dai bozzoli depositano le uova. Dopo la fecondazione, 500 uova circa sono più o meno raggruppate per effetto della pellicola adesiva di cui sono ricoperte. La forma dell'uovo, chiamata in gergo tecnico seme, ha una forma lenticolare allungata con il diametro di circa un millimetro. In un grammo si hanno circa 1400 uova di razza europea e circa 1800 di razza orientale. Se le uova sono conservate con tutti gli accorgimenti necessari, in ambiente refrigerato a 2-3°C, l'embrione resterà in questo stato fino alla primavera successiva quando spunteranno le fogli di gelso. All'inizio della primavera, quando la temperatura raggiunge i 15-16°C, l'embrione riprende a svilupparsi. Spesso per accelerare questo processo le uova vengono poste in ambienti riscaldati a 24°C, dove in 20 giorni, l'embrione trasformato in larva, schiude l'uovo e fuoriesce. Per ogni oncia (30 g) nascono da 40.000 e 60.000 larve. Il baco, appena uscito, di colore grigiastro, è lungo 3mm circa; viene posto insieme a foglie di gelso tagliuzzate e appoggiate su stuoie. Successivamente effettua 4 o 5 mute (cambi di pelle) effettuate ogni 6-7 giorni fino a giungere a completo sviluppo. Successivamente si ha la "salita al bosco", cioè il baco si trova un posto tra i rami, dove costruisce il bozzolo, racchiudendosi all'interno di esso.

 

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico
webcalabria.it