Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
home » percorso storico » la strada della memoria

Baco da seta
Ceramica
Cestai
Ginestra
Pietra
 
 

Leggende| Il baco da seta | Il gelseto | Le fasi di sviluppo

La seta a Catanzaro

Il gelseto

L'allevamento del baco da seta richiede la coltivazione intensiva del gelso bianco, un albero originario della Cina. Esiste anche il gelso nero, proveniente dalla Persia (attuale Iran). Le sue foglie furono utilizzate nell'alimentazione del baco da seta anche se in misura minore rispetto a quelle del gelso bianco.

Un gelseto per essere considerato razionale deve produrre foglie il cui valore nutritivo, durante la somministrazione ai bachi sia sempre il massimo possibile. Importante, perciò, mettere a dimora varietà di gelsi che meglio si adattano al clima a maturazione fogliare precoce, media, tardiva, in un rapporto numerico equilibrato di piante tale da soddisfare le esigenze alimentari dei bachi in tutte le fasi di allevamento. L'utilizzo della foglia inizia, normalmente, a partire dal 3° anno, e si stabilizzerà quantitativamente verso il 5° - 6° anno.La foglia va raccolta nelle ore non soleggiate, ma al mattino dopo il sorgere del sole in modo da essere sicuri che non sia bagnata da rugiada oppure verso il tramonto: non dovrà essere subito distribuita, ma neppure quando sia appassita e tanto meno riscaldata o fermentata od imbrattata da soluzioni insetticide ed anticrittogamiche.

 

 

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico
webcalabria.it