Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

Chiesa di San Giorgio Martire - Oriolo   (CS)

È la Chiesa Madre, ben inserita nel centro storico, ai piedi del castello, assieme al quale è catalogata nell’elenco dei monumenti nazionali. Il primo impianto è quasi sicuramente normanno-svevo, ossia dell’XI secolo, come deducibile dai due leoni in pietra, datati 1264, ai lati dell’ingresso. All’origine era munita di un campanile in pietra a vista, probabilmente alto quanto il vicino castello, ed i cui resti sono ancora visibili.

Il portale in pietra del 400, è decorato con bassorilievi raffiguranti un Crocifisso, San Paolo, San Pietro e la Madonna delle Grazie. Sopra il portale, quasi al centro della facciata, il bassorilievo del 400 raffigurante San Francesco d’Assisi che riceve le stimmate.

L’interno, a tre navate divise da possenti pilastri, è ricco d’opere d’arte di varie epoche, tra cui spicca la statua di marmo della Madonna col Bambino, di scuola gaginesca del 1581, che poggia su una base abbellita da splendidi bassorilievi raffiguranti la Natività e le Stimmate di San Francesco d’Assisi.. Bello ed imponente l’altare barocco in legno, ornato da colonne a torciglione ed angeli, con al centro un dipinto della Madonna con Bambino e Santi ed in cima altri tre dipinti in cornici intagliate. Notevole anche il tabernacolo, sempre in legno, di scuola toscana.

Altro prezioso particolare è il bassorilievo su marmo bianco, scuola donatelliana del XV secolo, sostenuto da una mensola d’epoca successiva, con lo stemma dei Duchi di Torremaggiore.

Ancora, l'organo donato dalla regina di Spagna, almeno così dice la tradizione, alla metà del settecento; un'urna in marmo per l’olio santo; le argenterie sacre, tra cui una croce processionale in lamine d’argento, calici, ostensori e le reliquie di San Giorgio Martire e San Francesco d’Assisi in due preziosi reliquiari barocchi.

Dal Convento dei Cappuccini provengono i due altarini all'ingresso, barocchi e di pregevole fattura, contenenti reliquie dei Santui Cecilia, Adriano, Margherita, Felice e Giulio. Stessa provenienza per l'Ecce Homo in terracotta del 700, la fontana del pellegrino e la campana di Santa Maria delle Grazie, del 1777.

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico