Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

La Cattolica - Stilo   (RC)

Splendido gioiello dell’architettura bizantina, è un piccolo tempio del XII secolo, incastonato nella roccia alle pendici del Monte Consolino. Scampata alle offese della natura, fu salvata dal degrado grazie a Paolo Orsi, grande archeologo. È senza dubbio il monumento più famoso della Calabria, ed assieme alla quasi gemella chiesetta di San Marco in Rossano, unici esempi del genere nell’Europa occidentale.

A forma di cubo, con pianta di soli sei-sette metri di lato, è realizzata in grossi mattoni rossi irregolari, disposti secondo un’orditura particolare che conferisce un caratteristico effetto policromo. La costruzione poggia in parte sulla roccia ed in parte su contrafforti in pietra sporgenti rispetto al muro delle absidi. L’esterno è semplice e privo di decorazioni, se si esclude la piccola lunetta, con una cornice di mattoni a denti di sega, sulla porticina d’ingresso. Notevole è la copertura, costituita da quattro cupolette simmetriche rispetto ad una quinta centrale, di poco più elevata e dal diametro appena più grande, ciascuna poggianti su un alto tamburo cilindrico. Le cupole sono ricoperte con mattonelle quadrate disposte a losanga e con due cornici di mattoni a spina di pesce. Ogni tamburo è alleggerito da finestre: rettangolari in quelli del lato monte, monofore in quelli rivolti a valle e bifore, quattro, nel centrale.

L’interno, col pavimento in cotto, è a croce greca e le volte del soffitto poggiano sopra quattro colonne, tre in marmo ed una in granito, recuperate da edifici forse dell’antica Kaulonia. Le colonne dividono la pianta in nove parti uguali. Disposte ad oriente, tre piccole absidi, adibite a funzioni specifiche secondo la liturgia greca: quella a sinistra, era la “prothesis”, destinata al rito preparatorio dell’Eucarestia; al centro, la “bema”, era posto l’altare; a destra, “diakonikon”, avveniva la vestizione del sacerdote e vi si custodivano i paramenti sacri.

Sulle pareti, consistenti tracce degli affreschi che un tempo le ricoprivano interamente: una Madonna in trono, San Basilio Magno, San Giovanni Crisostomo, San Giovanni il Precursore, San Nicolò ed un Cristo benedicente.

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico