Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

Chiesa di Santa Maria di Gerusalemme - Cosenza   (CS)

Conosciuta anche come Santa Maria della Provvidenza o Santa Croce, è popolarmente detta della Cappuccinelle. Risale al 1556, edificata sui ruderi del monastero e della chiesa cistercense di Santa Maria della Motta, eremo del XIII secolo, del quale resta qualche arcata a sesto acuto su colonnine ed alcune monofore gotiche. Il convento invece è del 1582, e fu occupato dalle suore dell’ordine delle Cappuccinelle. Danneggiato seriamente dal terremoto del 1854, soppresso nel 1860, fu infine adibito ad istituto per orfanelle ed affidato dal comune alle suore della Divina Provvidenza, nel 1911. Tutto il complesso subì gravi danni dai bombardamenti del 1943.

Nella facciata, molto semplice e lineare, il portale è in tufo sormontato da un rosone di grandi dimensioni, con cornice a torciglione del XVI secolo.

È a navata unica, con soffitto in legno a cassettoni intagliati; in legno di noce è l’artistico pulpito del 600. Sull’altare, la Deposizione, contornata dalle tavole della Via Crucis, ciclo molto bello eseguito nel 1841 da Gaetano Bellizzi.

Notevoli in alto gli affreschi dei Misteri, del 500 e del 600, delimitati da riquadri, come interessanti le due tele del 700 ai lati dell’ingresso, raffiguranti i Santi Francesco di Paola e Antonio da Padova, entrambi di mano sconosciuta. Bello il Crocifisso in legno custodito nella sacrestia, opera di un discepolo di fra Umile da Petralia. L’opera più importante è certamente l’icona dell’Immacolata, olio su tavola firmato e datato Petrus Negronus, 1558, conservato in un piccolo museo allestito nel "coro", locale interno dietro l’altare destinato alla comunione delle Cappuccinelle; nello stesso locale, l’Ecce Homo, busto in legno del 600, ed un’altra tavola dell’Immacolata, questa di ignoto napoletano, del 1595.

Da vedere la cripta sotterranea del 500, con volta a crociera ogivale ed una bella monofora ad arco acuto.

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico