Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

Piazza XV Marzo - Cosenza   (CS)

Centralissima, in pieno centro storico, è in pratica il cuore della cultura a Cosenza ed è dedicata ai moti insurrezionali del 1844, soffocati nel sangue dai Borboni: un monumento in marmo ne ricorda i caduti. Ed al centro, un altro monumento, in bronzo questa volta, ricorda il cittadino forse più noto: Bernardino Telesio. Importantissimi gli edifici di pubblico interesse che su questa piazza si affacciano: il Palazzo di Città, la Biblioteca Civica, il Teatro Rendano ed il celeberrimo liceo classico "Bernardino Telesio".

La Biblioteca è ospitata in un bel palazzo dotato di un piccolo atrio con una cancellata. È tra le più fornite del meridione, con oltre 200 mila volumi, molti dei quali sulla Calabria. Preziosissimi gli incunaboli, circa settanta, i corali del XVI secolo, alcuni splendidamente miniati, e le raccolte di manoscritti del XVI, XVII e XVIII secolo, concessi da privati. Annessa alla Biblioteca, è l’ex Chiesa di Santa Chiara, fondata dalle Clarisse nel 1578, che conserva ancora il suo bel soffitto in legno nonostante i danni seri occorsi durante l’ultima guerra. Sempre nello stesso palazzo, ma al piano terra, il Museo Civico, che ospita materiali ritrovati nel territorio. Vi sono reperti dell’Età del Bronzo, come i corredi delle necropoli di Torre Mordillo; dell’Età del Ferro, come i bronzi dalla necropoli di Cleto; corredi arcaici e romani, dalle necropoli di Contrada Moio e di Cannuzzo. Altra importante istituzione ospitata nel medesimo edificio è la celebre Accademia Cosentina, fondata nel 500 dal Parrasio, che continua la sua meritoria opera culturale.

Inaugurato il 20 ottobre del 1909 con l’Aida, il teatro comunale dedicato al pianista cosentino Alfonso Rendano, fu costruito, dal 1887, su progetto dell’architetto Nicola Zumpano. La sua è una storia travagliata, fatta di lavori bloccati per mancanza di fondi, di un crollo improvviso, di pesanti danni bellici. Nonostante tutto è un bell’edificio, dall’interessante prospetto e dagli eleganti palchi rivestiti in velluto rosso. Dal 1967, data della sua seconda inaugurazione, è divenuto teatro di tradizione con apposito decreto del Ministero dello Spettacolo.

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico