Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

La Nuova Certosa - Serra San Bruno   (VV)

È un grandioso complesso, edificato tra fine 800 ed inizio 900, in uno stile che richiama il gotico francese, come francese fu l’architetto progettista.. Circondata dalle mura del 400, vi si accede, cosa assolutamente vietata alle donne, tramite un monumentale ingresso. All’esterno, sul lato parallelo alla strada, tutti possono visitare la Cappella di San Bruno, dalla facciata imponente, in pietra, con un portale decorato da piccole colonne corinzie, sormontato da una lunetta in marmo traforata; interessanti, all’interno, l’icona e l’affresco del Santo titolare.

Oltre le mura, il complesso è essenzialmente costituito dalla Chiesa, neogotica anch’essa, dal vasto chiostro, da due cappelle minori, dalle celle dei frati e dal piccolo cimitero; importante e molto fornita, la biblioteca, con una documentazione unica, circa 2000 pubblicazioni, sulle certose italiane ed europee.

Nella chiesa, ricca d’opere di notevole valore, l’attenzione è immediatamente attratta dall’abside, sovrastata da una cupola cesellata a foglia d’oro. Mirabile il coro, con gli stalli ed il leggio abilmente intagliati, e in un baldacchino sull’altare maggiore, il busto reliquiario di San Brunone, in argento sbalzato, risalente al 1520 circa ed attribuibile a F. Laurana o a L. Leoni. Degne di nota sono le statue in marmo, a tutto tondo e a figura intera, di San Brunone e del Beato Landuino, discepolo prediletto del Santo, scolpite nel XIX secolo da Giovanni Scrivo; apprezzabili anche gli affreschi di Zimatore e di Grillo.

Altri ambienti del monastero, visitabili solo se autorizzati, conservano opere di grandissimo pregio: San Francesco di Paola, tela del 600 attribuita a Luca Giordano, ma forse della scuola del Guercino; San Girolamo, altra tela dello stesso periodo, per qualcuno opera dello Spagnoletto, al secolo Joseph Ribera, e per altri di uno dei Fracanzano, Cesare o Franco; la Natività, d’anonimo fiammingo; San Bruno in gloria, alta tela anonima, di scuola napoletana del 600; San Bruno in preghiera nella grotta, dipinti di N. Bava del 1969. Sono ancora molte le tele, tante del XVIII secolo, ed d’ottima fattura le numerose opere in legno ed i candelabri francesi in bronzo, del 600. Le visite sono consentite solo agli uomini, ogni mercoledì e sabato pomeriggio.

La link "Primo piano da Sezioni storiche" ti permette di consultare gli approfondimenti realizzati per La Nuova Certosa .

:: Primo piano da Sezioni storiche

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico