Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

Centro storico - Tropea   (VV)

Arroccata su una spessa ed ampia rupe d’arenaria per tre lati a strapiombo sul mare, Tropea può vantare uno dei centri storici più belli, più ricchi e meglio conservati della Calabria. Passato più o meno indenne attraverso secoli di catastrofi naturali, i terremoti del 1638 e 1783 per esempio, e superate le cementazioni scriteriate degli ultimi decenni, ha conservato quasi integre le strutture urbanistiche ed architettoniche del 600-700, meritando ampiamente l’appellativo di “terrazza barocca sul Tirreno”. Ed in effetti, di una vera e propria terrazza si tratta, con le sue stupende viste, gli affacci, sul mare, sull’Isola Bella, sul vicino scoglio San Leonardo e sulla costa: se ne contano cinque nel centro storico, il più famoso l’Affaccio del Cannone, caratteristica piazzetta con l’antico residuato bellico, recuperato da una delle tante navi affondate nel vano tentativo di espugnare la città.

Tutto il centro è uno scrigno, pieno di chiese e palazzi signorili collocati in un dedalo di vicoli, viuzze strette e brevi, ripide scalinate e giardini, inconfondibili segni di una città da sempre ricca e fiorente. Alla famosa Cattedrale, situata in un largo nella parte più elevata di Tropea, se ne affiancano altre undici, alcune di grande interesse storico e culturale. Brevemente citiamo: la rinascimentale Santa Maria della Neve, meglio nota come Michelizia, con il bel soffitto a cassettoni e l’icona in stile bizantino della Madonna delle Grazie, del 400; il complesso dei Liguorini, di fine 500 e proprietà dei Padri Gesuiti, nella cui Chiesa del Gesù si trovano la Circoncisione, pala dell'Altare Maggiore, attribuita a P. De Matteis, e La Natività, grande tela barocca del tropeano G. Grimaldi; la Chiesa dei Cappuccini o della Sanità, che tra le tele del 700 che conserva, annovera la Madonna della Pietà, bella pala sull’altare in legno scolpito ed unica opera firmata Jo Angelus De Amato, del 500.

Non meno interessanti i palazzi, con bei portali in granito o tufo, stemmi nobiliari, balconi ed inferriate in ferro battuto. Fra tutti, il Sedile della Nobiltà, nella centrale Piazza Ercole, i Palazzi Braghò, Toraldo, Giffoni e Tocco. Caratteristiche anche le fontane, di cui una con tre canali a forma di pesce. Non si possono perdere, infine, le Mura di Belisario, i pochi resti della cinta muraria forse del secolo XI, e l’arco dietro la Cattedrale, in pessimo stato, purtroppo.

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico