Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
 
home » turismo
 
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

Chiesa del SS Rosario e Collegio dei Gesuiti - Paola   (CS)

È adiacente, ed una volta annessa, al collegio dei Padri Gesuiti, fondata dagli stessi nel 1693, passata nel 1777 alla Confraternita del SS. Rosario e poi ai Padri Domenicani che la custodirono fino al 1866. Fu consacrata il 29 settembre 1897 ed è parrocchia dal 1912.

È una bella chiesa, dalla facciata barocca a due ordini scanditi da lesene. Sul portale in tufo, alla fine di una scalinata in arenaria, la statua della Vergine. L’interno è a navata unica, molto ampia, con abside e quattro cappelle. Di pregevole fattura l’altare maggiore in marmi policromi intarsiati, con ai lati angeli a tutto tondo, opera di maestri napoletani del XVII secolo. D’egregia esecuzione è la Madonna del Rosario con San Domenico e Santa Caterina, tela dello stesso periodo collocata sull’altare maggiore; altrettanto interessanti i quattro pannelli ovali barocchi sui lati dell’abside, raffiguranti i Santi della Compagnia di Gesù: Luigi Gonzaga, Francesco Borgia, Francesco Saverio e Stanislao Kostha. L’opera più preziosa è comunque la Madonna delle Grazie, detta anche della Purità, tondo su tavola, su un fondo dorato e damaschinato: è veramente un notevole dipinto rinascimentale, in una ricca e magnifica cornice intagliata e dorata, opera questa di scuola napoletana del 500. Anche il quadro è presumibilmente di scuola napoletana, sebbene da alcuni attribuito a Dirck Hendricks, pittore fiammingo che sicuramente operò a Paola, meglio conosciuto come Teodoro d’Errico.

Da segnalare anche alcune statue in legno e le figure processionali, di buona fattura, secondo la tradizione locale; un pulpito in legno intagliato, anche questo di artisti locali del 700; il bell’organo a canne dell’800, restaurato di recente; gli arredi sacri e varie suppellettili di un certo valore artistico.

Come accennato, accanto alla chiesa c’è il collegio dei Gesuiti, imponente edificio costruito nel 1615 ed attivo fino a tutto il XVIII secolo. A tre piani, con androni e vasti corridoi, racchiudeva un giardino collegato ad un maestoso portico, oggi murato. Sul portone d’ingresso, una lapide ne ricorda la fondazione, possibile grazie ad un lascito di Donna Dianora Spinelli, esponente della potente famiglia che aveva la signoria di Paola.

Attualmente è sede del Municipio.

_______________________________________________

Vota il monumento  |  Leggi i giudizi | Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico