Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
home » turismo
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

12

85   Km circa

Categoria: misti

 

  »Roccella Ionica   »Caulonia   »Stilo   »Serra San Bruno  

 

È un percorso ricco di contrasti, tra le spiagge e gli agrumeti della costa ionica e la natura rigogliosa, e per fortuna ancora quasi selvaggia ed incontaminata delle Serre. Si toccano città importanti, antiche e dall’interesse artistico elevato. L’inizio è da Roccella Ionica, importante centro agricolo e peschereccio, nonché ben attrezzata località balneare. Belle alcune chiese, con opere di pregio, e maestosi i ruderi del castello, sullo sperone roccioso che sovrasta tutta la piana. Seguendo la Statale 106 verso nord, si arriva a Caulonia Marina, dopo 6 Km, moderno centro balneare, dominato dalla cilindrica Torre Camillara. Altri 10 Km verso l’interno sono necessari per arrivare a Caulonia, grosso centro situato su tre colli. È forse l’erede della greca Kaulonia, le cui rovine si trovano presso Punta Stilo, ben distante dalla Caulonia attuale. Antica università e sede vescovile, l’abitato ha mantenuto tracce evidenti dell’impianto medioevale. Sono interessanti le chiese, San Zaccaria ad esempio, con gli affreschi bizantini, e Santa Maria dell’Assunta, che conserva il sepolcro di Vincenzo Carafa, forse opera di Antonio Gagini; su una rupe, i resti del castello, minacciosi quanto bella è la vista che da lì s’abbraccia. Torniamo nuovamente a Caulonia Marina e continuiamo verso nord lungo la 106 per 7 Km: ecco Riace Marina con la sua torre, località da citare perché resa famosa dal ritrovamento nelle sue acque dei celeberrimi Bronzi. A 7 Km Monasterace Marina, dove lasciamo la 106 ed imbocchiamo la Statale 110. Per un buon tratto seguiamo il fondovalle della fiumara Stilaro prima di salire verso Stilo, dopo 15 Km. Che dire di questa illustre cittadina, disposta a gradinate ai piedi del Monte Consolino? A raccontarne la storia bastano i suoi monumenti: il castello, il Duomo e le altre chiese, la casa del grande Tommaso Campanella e, dulcis in fundo, quel gioiello d’architettura bizantina universalmente conosciuto come la Cattolica. L’atmosfera è medioevale, ed in agosto, il Palio della Ribusa ne è una stupenda ed intelligente conferma. Stilo è una città che si lascia a malincuore, ma proseguendo il nostro itinerario troveremo altre meraviglie. La Statale 110 continua a salire tortuosa, seguendo i costoni del Monte Consolino, passa per Pazzano e subito dopo ecco i picchi e gli strapiombi del Monte Stella. Pochi chilometri, ed è doverosa una deviazione: una piccola stradina, che si immette sulla statale a 9 Km da Stilo, conduce ad uno dei luoghi più belli della Calabria. Il percorso, un paio di chilometri, è poco agevole, ma il Santuario di Monte Stella, ricavato in una grotta carsica, è un’autentica oasi di pace e di preghiera. Se non bastasse, la stradina termina su uno dei picchi del monte, da cui il panorama è semplicemente mozzafiato. Ritornati sulla 110, il cambiamento del paesaggio, più o meno graduale, ci indica l’avvicinarsi delle Serre: cominciano i boschi di castagni e di faggi, che in un istante diventano autentiche e sconfinate foreste. Un’altra deviazione, dopo 10 Km, per arrivare a Ferdinandea, interessante costruzione borbonica, sede un tempo di una ferriera con annessa fonderia e famosa fabbrica d’armi. Vi si conservano oggetti di valore storico ed possibile visitare anche la stanza dove dormì Garibaldi nel 1860. è inutile dire che già da un pezzo siamo oltre i 1000 m di quota, e, tornati sulla Statale, si sale ancora fino ai 1335 m di Passo di Pietra Spada, sotto il Monte Pecoraro, che con i suoi 1423 m è la cima più alta della zona. Dal passo sono 18 Km per Serra San Bruno, tutti in discesa e da percorrere con prudenza. Siamo tra le foreste di altissimi faggi, abeti e pini secolari, immensa macchia di un verde intenso che conferisce al paesaggio una grandiosità unica. Ed in un’ampia conca tra le foreste si trova Serra San Bruno, cittadina bella e ricca, nota per le sue chiese barocche, per l’eremo di Santa Maria del Bosco, ma soprattutto per la sua celeberrima Certosa, con l’interessante museo da pochi anni inaugurato.

  • Roccella Ionica (RC)

Il Castello

Le chiese

Chiesa del Castello

Colonne di San Vittorio

  • Caulonia (RC)

Chiesa Matrice

Chiesa di San Zaccaria

Il Castello

Chiesa dell’Immacolata

  • Stilo (RC)

Chiesa di San Domenico

Chiesa di San Francesco

Chiesa di San Giovanni Theresti

Il Duomo

La Cattolica

Il Castello

Centro Storico

  • Serra San Bruno (VV)

Chiesa dell'Addolorata

Chiesa dell'Annunziata

Chiesa di Santa Maria del Bosco

Chiesa Matrice di San Biagio

Il Museo della Certosa

Chiesa di Maria SS Assunta dello Spinetto

La Certosa Vecchia

La Nuova Certosa

______________________________________________________________________

Vota l'itinerario  |  Leggi i giudizi   |   Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico