Home page Vacanze Atlante Percorso storico Gastronomia e-business Contattaci
home » turismo
.::.Turismo

Itinerari turistici

Cerca itinerario

Cerca monumento

Dove dormire

Itinerari più votati

Monumenti più votati

.::. Soggiorni
Soggiorno da Cubicula Hospitalia Bed And Breakfast. Troverete eleganza, cortesia e convenienza. E' vicinissimo al mare e a pochi passi da siti storici ed archeologici.
Cubicula Hospitalia B&B

13

30   Km circa

Categoria: misti

 

  »Gioiosa Ionica   »Marina di Gioiosa   »Siderno   »Locri Antica   »Gerace  

 

Tra le più importanti cittadine del versante ionico calabrese, Gioiosa è un centro agricolo, commerciale ed artigianale abbastanza evoluto. L’abitato molto esteso è diviso in tre borghi: sulla rupe, attorno al castello, la parte più antica; sul pendio la parte risalente al 600-700; in piano la zona più recente. Nel centro, cui si accede mediante l’antichissima Porta Falsa, oltre il castello, San Giovanni Battista, la chiesa matrice dalla scenografica facciata; nella parte bassa, l’interessante chiesa dell’Addolorata. Sono circa sei i chilometri che separano Gioiosa dalla costa, e la Statale 281, del Passo di Limina, procede tra floridi uliveti ed agrumeti, prima di immettersi sulla Statale 106, a Marina di Gioiosa. È questo un borgo turistico in rapida estensione, popolato in gran parte dagli abitanti di Gioiosa trasferitisi sulla costa, fenomeno purtroppo comune a molti paesi dell’entroterra che rischiano lo spopolamento. Oltre alle splendide spiagge, comuni a tutto il litorale ionico, da non perdere i resti dell’antico insediamento romano, il Teatro su tutto, e la grossa e cilindrica Torre Cavallaro. Seguiamo la Statale verso sud, lungo la costa ricca di oliveti, agrumeti e agavi, e dopo pochi chilometri, meno di sei, ecco Siderno, altro centro importante, dedito al commercio con qualche buona attività industriale, e sempre più votato al turismo. Antichissima cittadina, fondata nel periodo della colonizzazione ellenica, a causa delle scorrerie saracene, fu abbandonata dagli abitanti che si insediarono all’interno, edificando l’attuale Siderno Superiore, a 5 Km dalla costa. Quest’ultimo è un piccolo centro, ormai scarsamente popolato, ma molto interessante, con la bella chiesa di San Nicola ed uno stupendo panorama. Un tratto quasi completamente rettilineo, di soli 5 Km, separa Siderno dalla mitica ed altrettanto antica Locri, erede della ellenica Locri Epizephirii, vittoriosa sulla potente Kroton: un’escursione alle rovine comporta solo un percorso di 3-4 Km, ma ne vale la pena. È da Locri che comincia la produzione del bergamotto, coltivazione che nel reggino raggiunge vette di qualità impareggiabili. Per giungere a Gerace, abbandoniamo la costa e percorriamo la Statale 111 per un tratto di 10 Km o poco meno. Il percorso è molto bello, e Gerace lo è ancora di più, affacciata dalla sua elevata rupe. Enorme è il patrimonio storico ed artistico di questa cittadina, eredità generosa di Bizantini e Normanni. Una visita alla grandiosa Cattedrale, alle altre chiese antichissime, al centro storico molto ben tenuto è un immergersi in un passato ricco e glorioso.

  • Gioiosa Ionica (RC)

Chiesa dell'Addolorata

Il Castello

Il Naniglio

Chiesa di San Giovanni Battista

Chiesa di San Rocco

  • Marina di Gioiosa (RC)

Torre Galea

Torre del Cavallaro

Il Teatro Romano

  • Siderno (RC)

Chiesa di San Nicola di Bari

Chiesa della Madonna dell'Arco

Chiesa di Santa Maria del Carmine

  • Locri Antica (RC)

L’abitato

L’Antiquarium

Le necropoli

Le Aree Sacre

La Stoà ad U

Il Teatro

  • Gerace (RC)

Convento dei Cappuccini

Chiesa del Sacro Cuore

Chiesa di San Giovannello

Chiesa e Convento di San Francesco d'Assisi

La Cattedrale

Castello Normanno

______________________________________________________________________

Vota l'itinerario  |  Leggi i giudizi   |   Segnala ad un amico

.:. Calabria

webcalabriaCard
.:. atlante
.:. turismo
.:. percorso storico